fbpx

Amalfiweb

soluzioni informatiche avanzate per il tuo business

Facebook & Instagram, le integrazioni che non ti puoi perdere

I due social network più amati del momento pare proprio siano destinati ad un’integrazione sempre più profonda, con Whatsapp che li segue a ruota. Ebbene sì, pare che Marc Zuckemberg, fondatore di Facebook, poi diventato proprietario anche di Instagram e di Whatsapp, abbia tutta l’intenzione di riunire con il tempo tutto in un’unica piattaforma.

Ormai, soprattutto nell’ottica aziendale, scegliere di stare su una sola di queste due piattaforme, non solo è limitativo, ma è quasi impossibile, almeno per quanto riguarda i meccanismi di gestione. Sono già numerose le funzionalità su cui le due piattaforme sono integrare, a partire dalla gestione della messaggistica  direct di Instagram dalla pagina Facebook, all’advertising.

Da Facebook dipende infatti la gestione delle campagne pubblicitarie di Instagram: attraverso l’account pubblicitario di Gestione Inserzioni del primo dei social network di Zuckemberg è possibile creare delle campagne per entrambe le piattaforme, e scegliendo per le inserzioni degli obiettivi supportati da Instagram, i posizionamenti includeranno automaticamente l’app. Quella che ne deriverà sarà una pubblicazione in contemporanea  ottimizzata per le due piattaforme, con la possibilità di creare specifiche creatività all’interno di un gruppo inserzioni rispettando le diverse proporzioni di immagini e video funzionali alle due piattaforme.

Ma non finisce qui, sul fronte messaggistica sono sempre di più le novità che si rincorrono. Secondo quanto annunciato da Zuckemberg negli scorsi mesi, l’intenzione è quella di concretizzare un cross-messaging tra le tre piattaforme, con lo scopo di rispondere sempre più prontamente alle esigenze del pubblico che le utilizza. Facebook messanger, Instagram e Whatsapp resterebbero tre app separate, ma con la possibilità di spedire un messaggio da una piattaforma all’altra.  Un’integrazione che se da un lato eccita gli utenti per la più semplice gestione della messaggistica, dall’altra fa calare forti preoccupazioni sulla gestione dei dati sensibili che ne deriverà. Dal suo canto il fondatore del social blu ha sottolineato che il futuro dei social si dirige sempre più verso la creazione di un posto sicuro, in cui gli utenti, attraverso la crittografia, si sentano completamente liberi di conversare e scambiarsi dati sensibili. Un’idea in coerenza con la virata sempre più aziendale che i social stanno subendo, discostandosi dalla loro originaria funzione di spazio pubblico.

 

You might be interested in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *